Matilde Vicenzi sarà main partner della Tiramisù World Cup 2019

  1. Iniziative
  2. Sponsorizzazioni
  3. Matilde vicenzi sarà main partner della tiramisù world cup 2019

Matilde Vicenzi sarà main partner della Tiramisù World Cup 2019

Prosegue la partnership tra Matilde Vicenzi e Tiramisù World Cup, l’edizione 2019 in programma dal 1° al 3 novembre
Matilde Vicenzi sarà main partner della Tiramisù World Cup 2019, che si terrà a Treviso dal 1° al 3 novembre. La partnership tra la storica azienda di pasticceria, ambasciatrice dell’Italian Fine Pastry nel mondo, e la competizione dedicata al tiramisù prosegue per il terzo anno consecutivo: Matilde Vicenzi ha collaborato con Twissen (knowledge company italiana che ha sviluppato il progetto) fin dal 2017, anno della prima edizione della TWC. 


L’apprezzamento già riscosso lascia ben sperare sul successo della Tiramisù World Cup 2019. Le edizioni 2017 e 2018 hanno coinvolto 1.200 iscritti e migliaia di spettatori arrivati da ogni parte del globo. Anche quest’anno la competizione, accessibile solo a non-professionisti, prevede due categorie di gara: Originale e Creativa. E i savoiardi forniti ai concorrenti saranno, ancora una volta, gli inconfondibili Vicenzovo di Matilde Vicenzi.


Sebbene la struttura dell’evento rimanga invariata, l’edizione 2019 introduce un’interessante novità: i partecipanti hanno la possibilità di allenarsi con i campioni delle passate edizioni. Collegandosi al sito ufficiale della Tiramisù World Cup, è possibile iscriversi ad uno dei quattro team di allenamento (ciascuno presieduto da una Tiramisù Star).

Come funziona la Tiramisù World Cup
Il giorno della gara i partecipanti ricevono sei ingredienti di base: mascarpone, uova, caffè, cacao, zucchero, e una confezione di Vicenzovo con farina macinata a pietra e uova fresche da allevamento a terra, ingrediente imprescindibile per un tiramisù coi fiocchi. Sono le due ricette del tiramisù più famose ad aver ispirato Twissen nella selezione delle materie prime: la ricetta dell’Albergo Roma di Tolmezzo e quella del ristorante Le Beccherie di Treviso, che condividono la lista degli ingredienti.

A seconda della categoria di gara, i concorrenti sono obbligati a utilizzare tutti o solo alcuni ingredienti di base. Per la categoria Originale non sono ammesse variazioni alla ricetta tradizionale e vanno quindi usati tutti i sei ingredienti. La categoria Creativa invece lascia spazio alla personalizzazione: i partecipanti devono usare almeno quattro degli ingredienti forniti, con la possibilità di aggiungerne altri (massimo tre) a propria discrezione.

Non c’è certezza su quale regione abbia dato i natali al tiramisù (le ipotesi più accreditate riguardano Friuli-Venezia Giulia e Veneto), è invece incontestabile che sia il dessert più rappresentativo della tradizione pasticciera italiana.

Twissen ha voluto celebrarlo rispettandone il gusto autentico, come dimostra la scelta dei Vicenzovo con farina macinata a pietra. Sono i biscotti della linea Matilde Vicenzi pensati appositamente per la preparazione di dolci al cucchiaio e caratterizzati da una particolare consistenza all’inzuppo.

SHARE ON: