10 anni di Grisbì e Vicenzi

  1. Gruppo
  2. Cosa dicono di noi
  3. 10 anni di grisbì e vicenzi

10 anni di Grisbì e Vicenzi

Vicenzi, il 2015 si chiude con un fatturato di 103 milioni e un'utile netto di oltre due. Il gruppo dolciario della famiglia veronese si appresta a festeggiare i dieci anni dall'acquisizione del ramo forno da Parmalat (brand Grisbì, Mr.Day e ProntoForno, 400 addetti, 4 stabilimenti) con risultati in deciso miglioramento rispetto al 2014.

«Quando abbiamo acquisito queste partecipazioni dalla Parmalat il fatturato dei tre marchi arrivava a 40 milioni e l'ebitda era in perdita di 6 milioni - afferma l'Ad del gruppo Filippo Ceffoli - oggi siamo a 50 milioni e il margìne è positivo di 5 milioni, la metà di quello dell'intero gruppo che dovrebbe chiudere il 2015 con un fatturato di 103 milioni (+ 4-5% sul 2014) e un utile netto di oltre 2». Previsioni ottimistiche sull'anno che verrà. «Pensiamo di confermare questo trend di crescita - dice Ceffoli - grazie soprattutto allo sviluppo all'estero: attualmente il comparto straniero vale più del 30% del fatturato, principalmente in Nord America, Cina, Medio Oriente. Non escludiamo che nel medio periodo altre acquisizioni», conferma il top manager di Vicenzi, che iniziò la sua avventura partendo da un piccolo negozio di pane e pasticceria aperto a San Giovanni Lupatoto (Verona) da Matilde Vicenzi nel 1905. «L'operazione - spiega il presidente Giuseppe Vicenzi - era sicuramente ad alto rischio, ma io ero così sicuro delle potenzialità di Grisbì che decisi di farla, nonostante le forti perplessità dei miei collaboratori».

10 anni di Grisbì e Vicenzi

Download
SHARE ON: