Savoiardi, Millefoglie e Amaretti, in rete per i non udenti

  1. Gruppo
  2. Cosa dicono di noi
  3. Savoiardi, millefoglie e amaretti, in rete per i non udenti

Savoiardi, Millefoglie e Amaretti, in rete per i non udenti

Matilde Vicenzi sposa il progetto di innovazione sociale

Dal lancio in rete del prototipo, un video-tutorial girato a Milano, con testimonial la makeup artist Clio Zammatteo (oltre 12mila le visualizzazioni), sono passati sei mesi. Ora Voilà, primo progetto italiano di innovazione sociale applicato alla comunicazione d'impresa firmato dalla veronese Delab, fa breccia nel mercato scaligero con la prima commessa sul territorio.

A credere nel format di storytelling, nato per raccontare il prodotto aziendale in modo socialmente orientato, cioè coinvolgendo persone disabili, è stata Matilde Vicenzi, marchio del Gruppo Vicenzi, che con il team di De-lab, centro di progettazione sociale al servizio delle imprese, ha realizzato alcune video-ricette in Lis, lingua dei segni pubblicate su voila.delab. it.«Voilà è un format di comunicazione che include persone sorde in progetti di valorizzazione del brand», dichiara Lucia Dal Negro, founder di De-lab, «che al contempo incentivano l'integrazione sociale abbattendo le barriere linguistiche tra udenti e non». Per Vicenzi «abbiamo sviluppato video-tutorial in cui la foodblogger Erika Cartabia de La tana del coniglio (miglior blog di Sweet Food ai Food Blog Awards 2014), illustra una sua ricetta preparata e tradotta in Lis da Natalia Colombo, modella sorda del team De-lab, con i prodotti Matilde Vicenzi».

Dal lancio in rete del prototipo, un video-tutorial girato a Milano.

Download
SHARE ON: